Nordic Walking: Beatrice Andalò

con Nessun commento

Andalò Beatrice

Istruttrice di Nordic Walking SINW (Scuola Italiana di Nordic Walking)

349 77 47 272
Chat WhatsApp
Cresta WhatsApp Chat
Send via WhatsApp

beatrice.andalo@gmail.com

 


Quando si parla di benessere è necessario prendere in considerazione anche lo stile di vita dell’uomo moderno: i ritmi di lavoro frenetici, l’urbanizzazione sempre crescente, il desiderio di riposo, ecc… ci hanno portato a usare il nostro corpo senza sfruttarne le potenzialità di ampiezza e coordinazione del movimento, resistenza allo sforzo, durata nel tempo.

Recenti studi scientifici si trovano inoltre a dover affrontare lo spinoso tema del Nature deficit disorder, ovvero quel complesso di alterazioni comportamentali dovute al mancato rapporto con la natura (tensione, stress, scarsa creatività, alcune forme di difficoltà di attenzione e autismo…).

In una società in cui (quasi) tutto si svolge all’interno degli edifici ci si interroga su come questo stile faccia da specchio alle nostre relazioni con gli altri: chiusura, individualismo, necessità di protezione, e solitudine sono spesso all’ordine del giorno.

Può uno sport contrastare questi fenomeni?

Nulla si sostituirà mai alla nostra forza di volontà nella ricerca del benessere psico-fisico, ma sicuramente il Nordic Walking può sostenerci in questo percorso.

Il Nordic Walking è una camminata naturale, con l’ausilio funzionale dei bastoncini. Si tratta di appositi bastoncini, che differiscono da quelli da trekking e che permettono una spinta (non un semplice appoggio!) anche con gli arti superiori. Il nordic walking deriva dallo sci di fondo ma a differenza di esso si può praticare in qualsiasi stagione. Si pratica all’aperto, nella natura in pianura, al mare e in collina.

E’ semplice ma non banale: la tecnica adottata permette di coadiuvare efficacemente la circolazione sanguigna, aumentare la resistenza, rinforzare l’apparato respiratorio, stimolare l’eliminazione degli ormoni originati dallo stress, migliorare l’atteggiamento posturale, aumentare il dispendio energetico.

Il nordic walking si può praticare da soli ma in gruppo è decisamente meglio: la condivisione dell’esperienza favorisce la socializzazione e lo scambio fra walkers, oltre che la conoscenza del territorio e della natura a due passi dietro casa.

Invito tutti coloro che desiderano provarlo a una lezione itinerante gratuita. E’ possibile prenotarla con un messaggio o una telefonata al mio numero.


Beatrice Andalò

Istruttrice di Nordic Walking SINW(Scuola Italiana di Nordic Walking)
Operatore Culturale/ Esperto in Scienze dell’Educazione
Educatore Ambientale per la promozione di uno sviluppo sostenibile
Web master

Quando faccio nordic walking cammino all’aria aperta, nei boschi o lungo i campi

e più cammino fuori più mi accorgo di star camminando dentro me stessa.

Profili personali:

www.beatriceandalo.it

Facebook

Link utili:

http://www.scuolaitaliananordicwalking.it